Lo specchio della memoria e la narrazione

2 Lina Bolzoni

Lo specchio della memoria e la narrazione

€ 3.00
Venerdì 27 Maggio 2022 19.00
teatro Bolognini 2

Narrare vuol dire costruire memoria, dare forma all’identità, alleviare la sofferenza, come mostra il mito di Mnemosyne, la dea della memoria e madre delle Muse. Cosa resta di tutto questo nell’età della scrittura? Lina Bolzoni propone alcuni esempi di come leggere vuol dire anche costruire la propria personale memoria e darsi gli strumenti per rinarrare la propria storia. In altri termini la lettura diventa lo specchio in cui dare ospitalità all’altro e insieme riconoscere, ricostruire se stessi. È anche così che la biblioteca diventa una forma di autobiografia, lo specchio cangiante di chi la crea. Ce ne parla la storica della letteratura Lina Bolzoni.


Lina Bolzoni, critica letteraria, storica della letteratura e accademica italiana, ha insegnato Letteratura italiana alla Scuola Normale Superiore di Pisa ed è Global Distinguished Professor alla New York University. È socia nazionale dell’Accademia dei Lincei e fellow della British Academy. Ha curato l’edizionedelle Opere letterarie di Tommaso Campanella (UTET) e mostre sull’arte della memoria e sulla fortuna figurativa dell’Orlando Furioso. Tra i suoi libri, tradotti in diverse lingue: La stanza della memoria (1995), La rete delle immagini (2002, Premio Viareggio), Una meravigliosa solitudine. L’arte di leggere nell’Europa moderna (2009, Premio De Sanctis per un saggio innovativo) e Il cuore di cristallo (2010) per Einaudi. Ha curato per Adelphi L’idea del theatro di Giulio Camillo (2015) e per l’Istituto dell’Enciclopedia italiana La Commedia di Dante nello specchio delle immagini (2021).

Lina Bolzoni & i Dialoghi

Il programma sarà disponibile a breve...

Il programma sarà disponibile a breve...

Scarica la App dei Dialoghi

Home