Il racconto, raccontato da uno psicanalista

17 Luigi Zoja

Il racconto, raccontato da uno psicanalista

€ 3.00
Domenica 29 Maggio 2022 10.00
teatro Bolognini 2
Secondo l’Odissea, gli dêi vollero la distruzione di Troia affinché fosse raccontata. La vita è limitata, mentre il racconto e i suoi eroi sono eterni. Questo modello sembra essere immutabile e anche le persone reali, i pazienti dell’analista, si lasciano spesso trasportare dal destino come tragici protagonisti. Nel Novecento questa dimensione drammatica della vita è stata parzialmente rimossa dai modelli cinematografici, dove vince sempre il bene, ma non è stata eliminata dalla vita, è stata solo spinta nell’inconscio, da cui riemerge come sintomo ansioso: basta pensare quanto siamo impreparati a immaginare la guerra. Il racconto completo che contiene anche il male della vita, è rimasto uno spazio privato, ad esempio nella stanza d’analisi. L’analisi è dunque, in un certo senso, una forma di narrazione che guarisce proprio in quanto racconto. Il racconto di un grande psicoanalista.

Luigi Zoja ha lavorato a Zurigo, New York e Milano come psicoanalista. È stato presidente del CIPA (Centro Italiano di Psicologia Analitica) e della IAAP, l’associazione internazionale degli analisti junghiani, quindi presidente del Comitato Etico della stessa. Ha insegnato presso il C.G. Jung Institut di Zurigo, poi tenuto corsi presso università e altre istituzioni nel mondo. I suoi testi sono tradotti in quindici lingue, tra i più recenti: La morte del prossimo (2009), Vedere il vero e il falso (2018) per Einaudi; Giustizia e bellezza (2007), Contro Ismene. Considerazioni sulla violenza (2009, Premio Internazionale Arché), Al di là delle intenzioni. Etica e analisi (2011), Paranoia. La follia che fa la storia (2011), Psiche (2015), Centauri. Alle radici della violenza maschile (nuova ed. 2016), Il gesto di Ettore. Preistoria, storia, attualità e scomparsa del padre (nuova ed. 2016), Dialoghi sul male (2022) per Bollati Boringhieri; Utopie minimaliste (Chiarelettere, 2013 e 2021). Ha vinto due volte (2002 e 2008) il Gradiva Award della National Association for the Advancement of Psychoanalysis, assegnato ogni anno negli Stati Uniti alla saggistica psicologica.

Scarica la App dei Dialoghi

Home