Il capolavoro sconosciuto. Artisti e scrittori nello studio

13 Davide Daninos ed Emanuele Trevi

Il capolavoro sconosciuto. Artisti e scrittori nello studio

€ 3.00
Sabato 26 Maggio 2018 17.30
teatro Bolognini 2

Lo studio è il luogo che da almeno settecento anni sembra accomunare il lavoro di scrittori, artisti e intellettuali. È uno spazio di cambiamento, di possibilità, privato e spesso sconosciuto. Saturo di intuizioni, scoperte e fallimenti, permette di dare al pensiero critico lo spazio necessario per rinnovare le regole del fare arte e cultura. Ma quando gli intellettuali hanno iniziato a cercare l’isolamento e la solitudine necessaria al proprio lavoro? È sempre stata una pulsione condivisa, o ha preso nel corso dei secoli modalità differenti? Osservarne la nascita ed evoluzione significa guardare da un punto di vista privilegiato le abitudini e il cambiamento del pensiero moderno. Attraverso un viaggio in parallelo nella storia dell’arte e della letteratura, superando o confermando mitologie e superstizioni, il racconto di come lo studio sia stato e sia ancora uno strumento necessario agli artisti per mettere alla prova il pensiero e la realtà che li circonda.


Video

Audio

Download

Davide Daninos, critico e curatore d’arte indipendente, nel 2017 ha co-curato la mostra Intuition a Palazzo Fortuny, Venezia. Nel 2015 ha creato con Jacopo Menzani Instudio, archivio online dedicato alla documentazione di studi d’artista in Italia (in-studio.net). È stato direttore artistico della rivista di filosofia Post (Mimesis, 2013-2015) e curatore presso Brown Project Space, a Milano (2011-2012). I suoi saggi compaiono in numerosi cataloghi e pubblicazioni, fra cui Matteo Nasini, Sparkling Matter (Yard Press, 2018), Critical Collecting (ArtVerona, 2016), Attitude(s) and current research in Italy (T-A-X-I, 2015), Nicola Martini, Nervo Vago (Mousse Publishing, 2013), Fabrizio Prevedello, Verde (Cardelli & Fontana, 2013). Dal 2016 scrive per Flash Art Italia.

Davide Daninos & i Dialoghi

Il programma sarà disponibile a breve...

Il programma sarà disponibile a breve...

Emanuele Trevi, scrittore e critico letterario, ha tradotto e curato classici italiani e francesi e collabora con il Corriere della Sera e con il manifesto. Tra le sue opere: I cani del nulla (Einaudi, 2003); Senza verso. Un’estate a Roma (Laterza, 2004); Il libro della gioia perpetua (Rizzoli, 2010); Qualcosa di scritto (Ponte alle Grazie, 2012, finalista Premio Strega 2012 e European Prize for Literature 2012); Il popolo di legno (Einaudi, 2015); Sogni e favole (Ponte alle Grazie, 2019).
E' il vincitore del Premio Strega 2021 con Due vite (Neri Pozza, 2020).
A settembre, in occasione del festival, uscirà Viaggi iniziatici. Percorsi, pellegrinaggi, riti e libri (UTET - Dialoghi sull’uomo, 2021).

Emanuele Trevi & i Dialoghi

Il programma sarà disponibile a breve...

Scarica la App dei Dialoghi

Home